San’a’

Sana’a’, che secondo la tradizione fu fondata dal Sem, il figlio di Noè, fu luogo dei primi insediamenti umani nell’area dell’attuale Yemen. La città è stata contenuta all’interno della cinta muraria fino ai primi anni ’60, ma oggi si estesa oltre le mura contando più di 1 milione di abitanti. A Sana’a’ si può ammirare la splendida architettura yemenita: le facciate decorate con fregi, le finestre takhrim sono solo alcuni degli importanti elementi architettonici. Altri elementi tipici del luogo sono i minareti delle mosche, che superano in altezza le case a torre, e i bagni turchi. Il Souk al-Milh, il mercato centrale, è costituito da oltre 40 piccoli souk specializzati ed offre verdure, spezie, qat, oggetti in argento o rame, ceramiche e vestiti. Interessante la moschea Al-Jamì al-Kabir, eretta intorno al 630, quando Maometto era ancora vivo, ma in genere non è permesso l’ingresso ai non musulmani. Il Museo nazionale ospita oggetti inerenti gli antichi regni yemeniti, la storia musulmana e la cultura popolare del paese, il Museo di Arti e Mestieri, invece, illustra con testi e fotografie la storia militare dello Yemen.